+39 0964 086415

——————

I professionisti di Anticolaboratori si occupano a Siderno di analisi chimiche con Accreditamento Accredia, solitamente richieste dai Comuni, dai produttori di alimenti, dagli Enti per l’ambiente e altri organi simili. Il Dr. Alfredo Antico e i suoi collaboratori operano secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 sui “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prove e taratura” per l’esecuzione di alcune prove di tipo chimico e microbiologico su matrici alimentari ed ambientali: ciò significa che Anticolaboratori è in possesso della competenza tecnica richiesta e di un sistema di gestione di qualità, a garanzia della correttezza del dato analitico e della riferibilità delle misure.

——————

Anticolaboratori svolge alcune analisi chimiche e microbiologiche all’interno di un sistema di gestione della qualità elaborato secondo la normativa UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 e definito all’interno del Manuale della Qualità. Nel 2009, il centro ha formalmente ottenuto dall’Ente Accreditamento Accredia il riconoscimento dell’idoneità per effettuare prove conformi alla Norma ISO 17025:2018, acquisendo numero di Accreditamento 0890. Tale accreditamento viene regolato dalla convenzione con Accredia, ma non implica che essa sia responsabile per la qualità dei prodotti o per le interpretazioni che possano derivarne, o ancora che Accredia approvi i prodotti. Ogni dettaglio delle prestazioni offerte da Anticolaboratori, Siderno, è a disposizione sul sito www.accredia.it.

Il significato dell'Accreditamento Accredia

L’Accreditamento Accredia rappresenta un formale riconoscimento di idoneità per l’esecuzione di determinate analisi cliniche, e può essere rilasciato solo da Organismi conformi alla UNI CEI EN ISO/IEC 17011. Accredia è oggi l’Ente unico di Accreditamento in grado di rilasciare tale riconoscimento: ciò avviene in seguito di una periodica verifica della competenza tecnica di Anticolaboratori a Siderno, e in relazione alle prove accreditate e del suo Sistema di Qualità, conformemente alla Norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 “ Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prove e taratura”.
Accredia è nata dalla fusione di SINAL e SINCERT come associazione senza scopo di lucro, legalmente riconosciuta con Decreto del Ministero dell’Industria del Commercio e dell’Artigianato. Grazie ad Accredia l’Italia ha potuto adeguarsi al regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 765, del 9 luglio 2008, che dal 1 gennaio 2010 viene applicato per l’accreditamento e la vigilanza del mercato in tutti i Paesi UE.
L’importanza di tale accreditamento è evidente se si pensa alla crescita culturale nel settore della qualità, specie considerando le condizioni necessarie alla circolazione dei prodotti da un Paese europeo all’altro: l’esistenza di rapporti di prova emessi da laboratori accreditati consente di evitare il ripetersi delle prove in ogni Paese di esportazione, grazie allo stabilirsi di accordi di mutuo riconoscimento tra gli organismi.
Essendo Accredia indipendente, garantisce a tutti per la competenza e imparzialità dei laboratori.
Il Certificato di Accreditamento Accredia indica le prove per cui viene riconosciuta la garanzia di imparzialità e competenza tecnica al laboratorio in questione.
Accredia vigila in particolare le competenze tecniche e organizzative dei laboratori di prova, assicurando la garanzia di riferimenti metrologici, l’affidabilità e la ripetibilità delle procedure impiegate, l’uso di strumentazioni adeguate, la competenza del personale, l’imparzialità del personale addetto alle prove e del giudizio tecnico emesso dal laboratorio, secondo quanto previsto dalla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 e dalle prescrizioni ACCREDIA.

Elenco prove accreditate Accredia